la via
e il quartiere
la chiesa
della cava
la cava
da vedere
tradizioni
e curiosità
eventi
e novità
home
 
eventi
e novità
eventi
annuali
notizie
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017

 Notizie dalla Cava - anno 2016


29 gennaio
Candelora 2016 tra fede, devozione e musica

Ritornano le celebrazioni per la festività della presentazione di Gesù al tempio
nel piccolo santuario della Madonna della Cava

In occasione della festività della Candelora, ovvero della presentazione di Gesù al tempio, la parrocchia di San Giovenale e San Giovanni, l’associazione culturale “La Cava e i Cavajoli” e tutta la comunità cavajola ricordano la ricorrenza della dedicazione della piccola Chiesa della Madonna della Cava.
L’appuntamento, tradizionale e irrinunciabile, è con la messa e la benedizione delle candeline celebrata nel pomeriggio del 2 febbraio alle 18 dal Vescovo diocesano, Monsignor Benedetto Tuzia, a cui prenderà parte anche il gruppo di preghiera San Pio da Pietrelcina di Orvieto. Al termine della solenne celebrazione, si terrà il concerto «Serenata a Maria», con la partecipazione di: M° Silvia Cerquaglia (clarinetto) - Cinzia Catalucci (voce) - Annette Hornstein (flauto) - M° Riccardo Cambri (pianoforte), con musiche di Bach, Chopin, Schubert.
Nel pomeriggio di mercoledì 3 febbraio, infine, si svolgeranno le solenni funzioni con la Santa Messa e la tradizionale benedizione della gola per la festività di San Biagio.

notizia pubblicata da: OrvietoSì - OrvietoNews - Orvieto24 - Corriere dell'Umbria - La Nazione

27 maggio
Madonna della Cava - 4 e 5 giugno 2016

La festa dei Cavajoli con ritmi locali e d’importazione

Ritorna sabato e domenica prossimi la tradizione della festa della Madonna della Cava nel cuore quartiere medievale di Orvieto, quest’anno slittata a giugno per la ricorrenza del Corpus Domini l’ultima domenica di maggio.
La vera novità è rappresentata dal concentro del sabato, quando, accanto alle immancabili “tortucce”, alle “cicale” e alle altre specialità locali, saranno i ritmi del sud d’Italia a risuonare in Piazza Malcorini, con il concerto dei Mamma Li Turchi, unendo tradizioni orvietane e tradizioni del meridione per scatenarci al ritmo di pizzica e tammuriate. Uno spettacolo che sarà proposto con una formazione nuova e di sicuro impatto. In caso di pioggia l’evento sarà ospitato nel vicino Palazzo del Gusto (g.c.).
Naturalmente il centro della festa sarà costituito dalla processione di domenica 5 giugno, quando la statua della Madonna della Cava sfilerà per le vie del quartiere, quest’anno animato anche dal mercatino di Via Filippeschi.
Si continuerà, domenica sera, con la porchetta e la frittura, accompagnate dalle note di Claudio e Luana, cui sarà affidata anche la seconda edizione della “gara de ballo su le buche”, per divertirci e sdrammatizzare l’attesa più che decennale della realizzazione della nuova pavimentazione di Piazza Malcorini.
Entrambe le sere è prevista la irrinunciabile spaghettata di mezzanotte; così come resta confermata l’estrazione della lotteria locale nella serata di domenica.
Non rimane che invitare tutti ad unirsi ai Cavajoli con la voglia di condividere la gioia e moltiplicare il divertimento in queste due serate di fine primavera.

notizia pubblicata da:Italia Eventi - OrvietoNews - Orvieto24 - OrvietoSì - Libero 24x7 - Folclore - RTUAquesio - La Nazione - Corriere dell'Umbria


6 giugno
Madonna della Cava - Festa dei Cavajoli 2016 - breve resoconto

La pioggia non ha intaccato la Festa dei Cavajoli 2016, permettendo anche l’uscita della tradizionale processione con la statua della Madonna della Cava.
A vincere è stata la gente che ha partecipato, unendosi all’entusiasmo dei residenti del quartiere più antico di Orvieto, con la voglia di divertirsi e stare insieme.
Strepitosa la serata del sabato, con il concerto dei Mamma li Turchi, che hanno fatto risuonare le note del sud d’Italia in Piazza Malcorini, per la gioia dei numerosi intervenuti e dei ballerini di pizzica e tammurriate, tanto da smuovere, oltre agli allievi di alcune scuole umbre di balli popolari, anche i più restii dei residenti.
Passata la paura per la pioggia, anche la domenica è scorsa via con la processione, animata dalla Filarmonica Luigi Mancinelli - Banda Città di Orvieto, e con la serata affidata a Claudio e Luana, intervallati dall’estrazione della lotteria locale con tre vallette d’eccezione; quella è stata anche l’occasione per presentare il nuovo presidente dell’Associazione Culturale “La Cava e i Cavajoli”, il geometra Felice Zazzaretta, che ha ricordato il compianto presidente Vittorio Papa.
Gradite le tortucce, le “cicale” e le verdure fritte, realizzate grazie alla collaborazione col Palazzo del Gusto, e le immancabili spaghettate di mezzanotte, con la gara all’“aglio e olio senza mani” in cui si sono cimentati bambini e ragazzi sabato sera.
L’Associazione Culturale «La Cava e i Cavajoli» approfitta pertanto per ringraziare davvero tutti, dai collaboratori agli avventori, da Don Enrico ai portatori della statua della Madonna della Cava, dalla Protezione Civile al Palazzo del Gusto, dai Vigili al personale del Comune, dai fornitori agli sponsor, con un pensiero particolare ai volontari che, da altre parrocchie e frazioni, sono intervenuti per collaborare all’allestimento e allo svolgimento della festa.

notizia pubblicata da:OrvietoSì - OrvietoNews - Orvieto24


30 dicembre
Ciao Luigi
Se ne è andato il socio fondatore Luigi Morelli

Ciao Luigi,
oggi la Cava piange la tua perdita, arrivata dopo una straziante malattia che ti ha corroso in poco tempo.
Grazie di tutto, Gigi, della tua dedizione, della tua infaticabilità in tutte le attività dell’associazione, anche, spesso, al di sopra delle tue forze. Grazie anche della tua ironia, con una battuta sempre pronta anche con un filo di voce, della tua voglia di vivere con il sorriso nonostante le difficoltà che la vita ti aveva riservato.
Grazie anche alla tua famiglia a cui ci stringiamo in questo triste momento, reso ancora più cattivo dalle Feste, e in particolare a mamma Vera, per l’esempio che ha dato a tutti noi, di ogni generazione, dal momento della tua nascita, superando a testa alta discriminazioni, cattiveria e ignoranza della Cava e del mondo degli anni ’50 e di sempre.
Possa il tuo viaggio essere più sereno del tuo passaggio su questa terra, perdona qualche cattiveria frutto di ignoranza e salutaci Pino e digli che ci mancate e che ci mancherete sempre.
Riposa in Pace.

notizia pubblicata da:OrvietoSì - OrvietoNews - Orvieto24



I comunicati stampa delle iniziative del Pozzo della Cava sono disponibili al sito www.pozzodellacava.it/press